(…) telefono con qualcuno che conoscesse Corrado per chiedergli informazioni e cercare di capire se questo tipo un po’ da spiaggia fosse normale oppure no.

Marcella era semplice, schietta. Talmente lineare che non poteva far altro che demonizzare tutto quel che non riusciva a spiegarsi e a inquadrare nel proprio ordinamento. Ogni incrinatura, ogni deviazione anche minima dai percorsi da lei preventivamente fissati, ogni oggetto inusuale in cui le capitasse di imbattersi si ricopriva all’istante di una luce sinistra e meritava per questo l’immediata espulsione dal suo ecosistema.

Perché c’erano quelle crepe nelle persone e nelle cose, non in tutte ovviamente, che si aprivano all’improvviso e che, anche se si richiudevano in un baleno, ti avevano comunque dato il tempo di farsi spiare al loro interno. E lo scenario intravisto anche solo per un brevissimo istante lasciava un’impressione così forte da spingere alcuni a reindagarlo con curiosità morbosa, mentre altri, e tra questi Marcella, restavano imbambolati dal terrore per il solo fatto che una dimensione sconosciuta al loro mondo di solito così intellegibile aveva fatto la sua raggelante apparizione. Allora l’unico modo per non lasciarsi sconvolgere la vita era stare lontani dalle anomalie, non incuriosirsene, non bazzicarle.

Ora, Corrado l’aveva invitata a desinare insieme. Talvolta. Col suo assenso, s’intende.

A questo punto Marcella ebbe una specie di rivelazione. Quel modo di esprimersi la colpì come un’illuminazione: il suo assenso Corrado avrebbe potuto ficcarselo dove non poteva sbagliarsi.

Non fu ondivaga; non si comportò come una che voleva fare solo la dolcemente complicata al cazzo. No. Fece di tutto per evitare equivoci di quel genere. Dopo aver ascoltato quella frase, con il desinare, aveva all’istante deciso che tra di loro non avrebbe potuto esserci altro che l’amicizia, e se c’era caso neanche quella. Glielo disse fuori dai denti, chiaro e tondo.

Consumato insieme un ultimo snack, Marcella ci aveva già messo una pietra sopra, decisa a non aver più niente a che fare con Corrado. (… continua)